DEFIBRILLATORI SEMI-AUTOMATICI DAE
QUANDO SONO NECESSARI
Formato Sicuro / Blog




Chi può utilizzarli e dove sono necessari?
Quando la propria responsabilità va oltre gli obblighi di legge



"Salvare la vita di un'altra persone, è il dono più prezioso che puoi fare a te stesso"

In tema di salute e sicurezza, troppe sono le morti che avvengono ogni anno a causa di arresti cardiaci sul posto di lavoro, morti che avvengono per una mancanza di preparazione in tema di primo soccorso da parte dei dipendenti o per un arrivo poco tempestivo da parte dell’ambulanza sul luogo dell’incidente.

Per queste ragioni era necessario fare qualcosa, sensibilizzare su un argomento molto delicato e che riguarda la cosa più preziosa: la vita.

Sono state quindi emesse delle normative, per permettere l’uso di defibrillatori semiautomatici (chiamati DAE) anche al di fuori degli ospedali o delle autoambulanze, consentendone l’utilizzo anche a personale non medico, a condizione che abbia ricevuto un’adeguata preparazione.

Secondo una legge del 2001 infatti, “
È consentito l’uso del Defibrillatore Semiautomatico in sede intra ed extraospedaliera anche al personale sanitario non medico, nonché al personale non sanitario che abbia ricevuto una formazione specifica nelle attività di rianimazione cardio-polmonare. […]”.

Quando si parla di defibrillatori DAE, si parla di dispositivi in grado di riattivare in modo autonomo ed automatico, il battito del cuore in caso di arresto cardiaco.

La liberalizzazione dell’uso del defibrillatore è andata ad estendersi nel corso degli anni con diversi aggiornamenti della legge in questione, e i motivi sono principalmente due:

  • Essendo il defibrillatore e non l’operatore sanitario ad effettuare la diagnosi di fibrillazione ventricolare, è escluso l’abusivo esercizio della professione sanitaria altrimenti punibile secondo il Codice Penale.

  • In caso di arresto cardiaco improvviso, il tempo limite per salvare una vita è di circa 5 minuti. Utopistico pensare di riuscire a chiamare i soccorsi e attendere l’arrivo di un’ambulanza in questo ridottissimo lasso di tempo.

Questi defibrillatori semi-automatici devono ovviamente rispettare delle regolamentazioni, ad esempio:

  1. essere marcati CE come dispositivi medici
  2. essere sottoposti periodicamente a manutenzione
  3. la presenza deve essere segnalata tramite opuscoli e cartellonistica
  4. è necessaria la nomina di un responsabile che verifichi periodicamente l’effettivo funzionamento

 

CHI É OBBLIGATO AD AVERLO

Secondo le normative vigenti, in quali contesti è obbligatoria la presenza di un defibrillatore semi-automatico (DAE)?


Innanzitutto all’interno di società sportive, siano esse professionistiche o amatoriali, e all’interno di contesti sanitari come possono essere ambulanze, ambulatori o studi medici, ma più in generale in qualsiasi luogo e attività che comprenda un’ampia affluenza di utenti (come possono essere istituti scolastici di ogni ordine e grado, hotel o centri commerciali).

Ovviamente, anche se casi di cronaca recente hanno focalizzato l’attenzione sulla necessità di dotare di DAE prioritariamente società sportive, ciò non significa che la presenza di questi dispositivi non sia altrettanto vitale in altri ambienti, anche laddove non devono obbligatoriamente essere presenti secondo la legge.

Perché quando in gioco c’è la vita di una persona, il senso di responsabilità ha l’obbligo di prevalere su qualsiasi altra cosa.

I corsi di formazione hanno l’obiettivo di permettere l’utilizzo in totale sicurezza e responsabilità del dispositivo, per cui le figure formate dovranno essere, a corso terminato, in grado di operare determinate manovre ponendosi in condizione di sicurezza per il paziente, per sé, e per tutte le altre persone presenti.

Inoltre, la formazione dovrà essere dispensata da istruttori qualificati, anche se non per forza medici, e ai candidati verrà poi richiesto di eseguire una prova pratica, spesso successiva ad una prova teorica.

Questi corsi di formazione riguardanti l’utilizzo di questi dispositivi vanno ad incastrarsi con la formazione di primo soccorso, essenziale per preservare la salute di tutti i dipendenti.

 
E la tua attività è provvista di defibrillatore semi-automatico a norma di legge? Puoi contare su un responsabile formato e competente a cui affideresti il compito di salvarti la vita?

Se vuoi saperne di più siamo a disposizione, contattaci!

A.Cuzzi
COME POSSIAMO AIUTARE LA TUA ATTIVITA'?





Accetta le condizioni della Privacy*
clicca qui per leggere le condizioni
Inserisci i caratteri che leggi nel riquadro

   qui

Copyright © 2017, FORMATO SICURO  -  Tutti i diritti Riservati  -  P.iva 11398230018
Via Juvarra, 16 - 10137 - Torino  -  Telefono: 011.79.32.248 Informativa Privacy - Termini & Condizioni