ISPEZIONI SUI LUOGHI DI LAVORO: COME AFFRONTARLE A TESTA ALTA
Formato Sicuro / Blog




Tutto quello che devi sapere sui poteri e gli obblighi degli ispettori, per non farti prendere in contropiede


 

"Il caso favorisce solo la mente preparata" 

Parlando di possibili controlli sul posto di lavoro, molto spesso ci si sofferma più su come evitarli e come prevederli, piuttosto che informarsi per sapere come prepararsi e come affrontarli “a testa alta”.

Occorre prima di tutto sottolineare che gli ispettori alla sicurezza, in linea generale hanno sì una posizione di forza ma allo stesso tempo anche loro sono soggetti a regole a cui devono attenersi.
Quali sono quindi i poteri, ma anche gli obblighi, a cui deve sottostare un ispettore durante un controllo?


POTERI
 

  • Innanzitutto, un ispettore ha il potere di accedere in qualsiasi momento nel luogo di lavoro e di visitarlo in tutte le sue zone, senza bisogno di preavvisi o mandati specifici
  • Possono richiedere la visione di tutta la documentazione relativa alla loro competenza
  • Possono intervistare liberamente i lavoratori, singolarmente e senza la presenza del datore di lavoro
  • Possono anche richiedere dichiarazioni al datore stesso, ma in questo caso quest'ultimo ha il diritto di non concederne (e spesso conviene astenersi dal rispondere, ricordandosi che "tutto ciò che dirai potrà essere usato contro di te")

 

OBBLIGHI

Per quanto riguarda le regole che evitano agli ispettoridi bullarsi dei datori di lavoro per via del  proprio ruolo:
  • Obbligo di qualificarsi sempre una volta giunto sul luogo dell’ispezione e, se richiesta, obbligo di mostrare il tesserino identificativo, in assenza del quale l’ispezione non può avere luogo.
  • Deve astenersi in caso di legami di parentela o interessi personali in genere con il datore di lavoro, dichiarando preventivamente situazioni di incompatibilità con l’ispezione.
  • Prima di iniziare l’ispezione è tenuto ad informare il datore di lavoro o di chi ne fa le veci all’interno dell’azienda 
  • Al momento di raccogliere delle dichiarazioni, ha l’obbligo di porre domande chiare, che non si possano prestare a dubbi interpretativi; le dichiarazioni devono essere lette e firmate dai lavoratori; devono essere riportate fedelmente senza cedere ad interpretazioni personali.

Tra i vari organi adibiti ai controlli sulla sicurezza, un ruolo particolarmente attivo è svolto  dagli ispettori dell’Asl.
In questa evenienza, è importante farsi trovare pronti in particolare con tutta la documentazione relativa ai rischi chimici, biologici, cancerogeni e legati al rumore, e in generale con tutto ciò che possa assicurare l’affidabilità del luogo di lavoro a livello sanitario (oltre ovviamente ad altri documenti sempre richiesti in qualunque tipo di ispezione, come il DVR, il Piano Operativo di Sicurezza, ecc.)

 

Altri organi che possono effettuare controlli nelle varie aziende sono:

 

  • ARPA (Agenzia regionale per la Protenzione Ambientale)
  • Ispettori dell’Agenzia delle entrate
  • Guardia di finanza

 

 A cosa sono maggiormente interessati gli ispettori dei vari organi di controllo in questione quando “vanno a trovare” un datore di lavoro?

 
 
Nel caso dell'ARPA, che si rivolge nello specifico ad enti regionali, provinciali e comunali,  i suoi ispettori hanno il compito di: 
  • Occuparsi di tutto ciò che può causare inquinamento dell'aria, dell'acqua, inquinamento acustico, di qualsiasi tipo
  • Monitorare componenti ambientali come qualità dell'aria e livello sonoro dell'ambiente
  • Vigilare e controllare che vengano rispettate le normative vigenti in tema di ambiente
  • Offrire se richiesto e se necessario un supporto tecnico, strumentale ed analitico agli Enti interessati 



Gli
Ispettori dell’Agenzia delle entrate occupano probabilmente posizioni elevate nella classifica personale delle persone più antipatiche di ogni datore di lavoro. 
Il loro compito è risaputo, ed è quello di controllare che vengano rispettati gli obblighi fiscali dei contribuenti, in caso di segnalazione da parte della concorrenza o di qualche dipendente scontento, ponendo un’attenzione particolare agli elenchi dei dipendenti con i relativi versamenti previdenziali e all’INAIL.



Gli ispettori della
Guardia di finanza, collegati in questo caso all’Agenzia delle entrate , possono solo limitarsi a controllare che le varie licenze ed autorizzazioni siano valide e regolari:

  • Effettuando l'inventario «fisico» della merce presente presso i magazzini aziendali
  • Identificando ed intervistando il personale dipendente (che si trova al momento dell'accesso all'interno dei locali dell'impresa)
  • Rilevando la consistenza di cassa ed acquisendo documentazione extra-contabile utile al controllo fiscale

Inoltre, ulteriore limite a cui devono sottostare gli ispettori delle Fiamme Gialle riguarda il fatto che possono effettuare un controllo esclusivamente in orari di esercizio, in modo da arrecare il minor disturbo possibile all’attività lavorativa in corso.

Nel caso in cui il controllo dovesse presentarsi ad esempio in un ristorante durante l’orario di cena, il datore ha la piena facoltà di rimandarlo al termine del servizio ed effettuarlo presso gli uffici degli ispettori.

 
 
 
Se questo articolo ti lascia qualche dubbio e vorresti saperne di più, contattaci per maggiori informazioni! 
COME POSSIAMO AIUTARE LA TUA ATTIVITA'?





Accetta le condizioni della Privacy*
clicca qui per leggere le condizioni
Inserisci i caratteri che leggi nel riquadro

   qui

Copyright © 2017, FORMATO SICURO  -  Tutti i diritti Riservati  -  P.iva 11398230018
Via Juvarra, 16 - 10137 - Torino  -  Telefono: 011.79.32.248 Informativa Privacy - Termini & Condizioni