7 RISCHI PENALI CHE CORRE UN IMPRENDITORE QUANDO HA DIPENDENTI
Formato Sicuro / Blog




Quando può rendersi necessario l'intervento di un avvocato penalista a seguito di un incidente 

Erroneamente si pensa spesso che redigere il DVR e apportare misure di sicurezza standard alla propria attività la renda immune da incidenti.

Considerazione più sbagliata non potrebbe esserci, visto che infortuni e sinistri sono sempre dietro l'angolo. E in queste situazioni di rischio latente, sarebbe cosa buona e giusta essere in possesso di uno strumento che tuteli l'imprenditore da rischi penali.

Se vi state domandando il perché, provate a riflettere: spesso siamo chiamati a far fronte a vere e proprie fatalità, contro le quali poco si può fare, se non cercare di essere il più vigili possibile e offrire la massima sicurezza ai propri dipendenti.

Ma a volte questo può non bastare, e si finisce col fare i conti con incidenti che richiedono l'intervento di un legale penale che ci difenda in tribunale, e detto fra noi gli avvocati penalisti sono alquanto onerosi.


Prima di addentrarci però, occorre indicare con chiarezza, quelle che sono le figure coinvolte nelle responsabilità penali dell'impresa, ovvero:


- Il Datore di lavoro

- Il Responsabile della sicurezza sul lavoro

- Il Responsabile del servizio prevenzione e protezione (RSPP)

- Il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS)


Quali possono essere i casi concreti che necessitano dell'intervento di un legale penale?


Alcuni esempi:


- Morte di un dipendente per cause lavorative → una tragedia, molto spesso una vera e propria fatalità, come ad esempio un operaio che perde la vita maneggiando uno strumento di lavoro pericoloso come può essere una sega elettrica, ad esempio.


- Morte di un dipendente nei luoghi di lavoro → tristemente spesso sentiamo di lavoratori che muoiono sul posto di lavoro; le tragedie più comuni coinvolgono gli operai impegnati in cantieri o su ponteggi, spesso a causa di una messa in sicurezza approssimativa o anche a causa di una disattenzione dello stesso lavoratore. In ogni caso la responsabilità a livello penale graverà sempre sul datore di lavoro o sul responsabile per la sicurezza


- Morte di un dipendente mentre si sta recando a lavoro o verso casa dopo il lavoro → può sembrare quasi assurdo, eppure il datore di lavoro può avere responsabilità anche in una situazione del genere.


- Infortuni gravi che causino invalidità permanenti al lavoratore → come ad esempio un tornitore, che durante il lavoro, per mal funzionamento del macchinario o per negligenza sua potrebbe schiacciarsi la mano o perdere un arto utilizzando un determinato macchinario.


- Infortuni gravi con prognosi superiore ai 25 giorni → una situazione che può verificarsi in qualsiasi contesto, anche nei più “innocui”, come ad esempio in un negozio di calzature: se un dipendente, alle prese con il recupero di una scatola posta in uno scaffale in alto, dovesse accidentalmente cadere dalla scala rompendosi una gamba? Il datore di lavoro ne sarebbe responsabile, ovvio.


- Infortuni che determinano con buona probabilità l'indebolimento permanente di un organo o di un senso → come potrebbe accadere in un'attività di parrucchieri: gli apparecchi utilizzati, come i phone, vanno misurati e regolati tenendo conto del rumore prodotto. Un uso prolungato di un phone con un rumore troppo elevato (oltre che fastidioso) potrebbe causare nel tempo un indebolimento dell'udito del dipendente. Indovinate su chi ricadrebbe la responsabilità?


- Comportamento omissivo del datore di lavoro nelle misure antinfortunistiche → È il caso che si potrebbe descrivere come “darsi la zappa sui piedi da soli”. Rimane opportuno ricordarsi che il datore di lavoro è tenuto a fare tutto ciò che è nelle sue possibilità per mettere in sicurezza la propria attività e i propri dipendenti, ed assumere un comportamento omissivo nel'attuazione di misure antinfortunistica spesso comporta conseguenze spiacevoli. Perché prevedere non basta ma è sempre necessario scrivere e tenere traccia di tutto.


In ogni caso, trattandosi di ripercussioni penali, è facile immaginare quanto possano essere elevati i costi per assicurarsi una buona difesa in tribunale.

Ma c'è una soluzione. Esiste infatti la possibilità di stipulare una Tutela penale per spese legali, peritali e rischi accessori, per tutte le figure coinvolte nella responsabilità penale del vostro DVR (vedi sopra).


Se siete datori di lavoro, o responsabili per la sicurezza, o ancora RSPP o RLS, potrebbe interessarvi particolarmente sapere cosa propone questa tutela:

Attraverso questa polizza infatti, la Società Assicuratrice prescelta prende a proprio carico tutte le spese relative all'assistenza extragiudiziale, giudiziale, peritale ed investigativa, per coprire gli interessi degli assicurati per controversie direttamente connesse alla funzione e al ruolo che ricoprono all'interno dall'impresa.


Un buona opportunità, per difendersi da accuse che in alcuni casi possono sembrare al limite dell'assurdo e del paradossale, e per evitare di dissanguarci il portafogli (anche perché dover pagare spesso per colpe non direttamente nostre fa arrabbiare non poco).


Se non siete già tutelati e ricoprite ruoli di responsabilità all'interno della vostra impresa, meglio pensarci !!

Se hai ancora qualche dubbio o sei in cerca di maggiori informazioni, contattaci!

 
 
                                                                                                                                                                                           A.C.
COME POSSIAMO AIUTARE LA TUA ATTIVITA'?





Accetta le condizioni della Privacy*
clicca qui per leggere le condizioni
Inserisci i caratteri che leggi nel riquadro

   qui

Copyright © 2017, FORMATO SICURO  -  Tutti i diritti Riservati  -  P.iva 11398230018
Via Juvarra, 16 - 10137 - Torino  -  Telefono: 011.79.32.248 Informativa Privacy - Termini & Condizioni