GUIDA DI SOPRAVVIVENZA ALLE ISPEZIONI IN CANTIERE: DOCUMENTAZIONE MINIMA
Formato Sicuro / Blog




Quali sono i documenti essenziali da avere sempre a portata di mano nei cantieri e negli stabilimenti produttivi

Nel nostro blog abbiamo già affrontato l’argomento riguardo ai requisiti minimi per ottemperare al DLgs.81/2008 , agli obblighi e ai doveri di cui deve rispondere un datore di lavoro per la sicurezza della propria attività, dei propri dipendenti e del proprio portafogli.

Si tratta della documentazione minima richiesta in caso di controlli in ambito di sicurezza e igiene sui luoghi di lavoro, per essere sempre pronti e preparati contro qualsiasi ispettore.

Questa documentazione rappresenta il minimo indispensabile da presentare durante un’ispezione, ma non esula gli addetti ai controlli, a richiedere anche una documentazione più ampia in caso di situazioni particolari … l’importante è non farsi trovare completamente impreparati e non farsi prendere dal panico!!

Il seguente elenco è facilmente “adattabile” ad una molteplicità di ambienti, ma per ora ci concentriamo su quali sono i documenti minimi da avere a disposizione, in un cantiere o in uno stabilimento?

 

Pensando ad un cantiere, sicuramente un’eventuale ispezione non può prescindere dalla visione di:

  • POS (Piano Operativo Sicurezza), così come dal Piano Sicurezza e Coordinamento, noto in termini tecnici come PSC ( però solo se pertinente per le caratteristiche del cantiere in oggetto)

  • Notifica preliminare (anche qui, solo se pertinente per le caratteristiche del cantiere);

  • Nomina dei coordinatori per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione dei lavori;

  • Piano di montaggio, uso e smontaggio dei ponteggi (se i ponteggi sono presenti, ovviamente) e la relativa Formazione dei lavoratori adibiti al montaggio degli stessi;

  • Dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico alla regola dell’arte,

Il controllo potrebbe inoltre spingersi fino alla verifica delle attrezzature (laddove siano presenti attrezzature soggette a verifiche) e alla verifica della formazione all’uso del DPI contro le cadute dall’alto e di altre attrezzature che richiedono particolari abilitazioni.

 

Se spostiamo invece l’attenzione su un potenziale stabilimento, ecco che cambia la documentazione a cui dobbiamo poter avere facile e rapido accesso:

  • l’Organigramma aziendale, con l’individuazione di tutte le figure presenti e i ruoli svolti all’interno dell’azienda; 

  • il DVR, le nomine di RSPP e RLS (con relative documentazioni che attestino la formazione e il possesso dei requisiti richiesti);

  • Designazioni degli addetti di Primo soccorso e antincendio con relative formazioni;

  • La nomina del medico competente e i libretti uso e manutenzione delle macchine e delle attrezzature presenti. 

Cantiere e stabilimento sono comunque due ambienti che possono presentare aspetti simili, non per niente ci sono anche documenti condivisi, ovvero documenti che devono necessariamente essere presenti in caso di ispezioni sia in cantiere che nello stabilimento, ne sono due esempi la verifica e la formazione all’uso delle attrezzature.
 

Insomma, come abbiamo visto in altri articoli, gli ispettori sono spesso persone a cui piace sorprendere con visite improvvise, ed è quindi fondamentale non farsi travolgere dall’emozione della sorpresa ed essere pronti a fornire tutta la documentazione richiesta.

 

Se pensi di non avere ancora tutta la documentazione minima essenziale per sopravvivere ad un controllo, puoi contattarci per sapere come rimediare e salvaguardare il tuo portafogli e la tua attività!!

 
A.C. 
COME POSSIAMO AIUTARE LA TUA ATTIVITA'?





Accetta le condizioni della Privacy*
clicca qui per leggere le condizioni
Inserisci i caratteri che leggi nel riquadro

   qui

Copyright © 2017, FORMATO SICURO  -  Tutti i diritti Riservati  -  P.iva 11398230018
Via Juvarra, 16 - 10137 - Torino  -  Telefono: 011.79.32.248 Informativa Privacy - Termini & Condizioni