COME SPIEGARE LA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO AGLI STRANIERI
Formato Sicuro / Blog




INAIL presenta i suoi quaderni illustrati
per la sicurezza nei cantieri e
la salvaguardia degli stranieri


Intuitivi, diretti, efficaci. Parole per descrivere i nuovi opuscoli illustrati creati dall’INAIL  per “raccontare” la sicurezza sul lavoro.

Questa serie di Quaderni illustrati – così presentati al pubblico il 4 aprile 2016, in una collana di 8 titoli – nasce con l’obiettivo di sensibilizzare in modo semplice e al tempo stesso evocativo su un tema tanto attuale quanto delicato, come quello della sicurezza nei cantieri.

In questi 8 quaderni sono rappresentate scene di vita quotidiana in cantiere, pose, situazioni, attrezzature e  dispositivi di sicurezza, accompagnate da istruzioni e didascalie per insegnare il comportamento migliore da adottare per prevenire e/o affrontare potenziali pericoli.

Più nello specifico, vengono illustrati:

 
 
 I parapetti provvisori

 
Gli ancoraggi

 
I ponteggi fissi


Trabattelli


I sistemi di protezione individuale dalle cadute


Le reti
di sicurezza


Sistemi di protezione degli scavi a cielo aperto


Le scale 
portatili

( clicca sulle copertine per scaricare i quaderni )


Il filo conduttore di questi quaderni è rappresentato dalle immagini, che svolgono un ruolo centrale e che mirano a coinvolgere e colpire più di quanto non riuscirebbe a fare un testo scritto.

Questo anche e soprattutto per un discorso linguistico: oggi giorno nei cantieri di tutta Italia il multiculturalismo è sempre più presente con lavoratori di diverse etnie o, appunto, semplicemente di diversa lingua; questa iniziativa dell’INAIL (con didascalie e testi introduttivi distribuiti in lingua italiana, inglese, francese, rumena e albanese) mira quindi a ridurre quelle che sono le difficoltà della comunicazione in cantiere, in un contesto lavorativo già di per sé delicato e rischioso, ricorrendo ad un strumento convenzionale (il libro) associato ad  una comunicazione non convenzionale (senza parole).

La scelta delle lingue per la diffusione di queste immagini è particolarmente indicativa. Il fatto stesso che siano state scelte lingue come rumeno ed albanese, sottolinea la consapevolezza dell’INAIL, della massiccia presenza di personale, proveniente da questi paesi, nei cantieri italiani. È risaputo che per necessità di integrazione e sopravvivenza, molti lavoratori stranieri accettano condizioni di lavoro precarie e pericolose, favorendo una gestione poco responsabile da parte dei direttori dei lavori.

Si intuisce come siano ancora molti i problemi che continuano a rimanere insoluti, tenendo aperta la ferita nel sistema italiano.

Certo, non saranno questi quaderni illustrati a cambiare la situazione, sarebbe ingenuo pensarlo,ma rappresentano comunque un segno della volontà di impegnarsi a fare qualcosa, senza rimanere fermi a guardare. Perché per “provare” a cambiare il mondo, da qualche parte bisogna pur iniziare, anche se per non rendere tutto vano è necessario che tutti, a partire dagli imprenditori, si impegnino attivamente per preservare la salute dei propri dipendenti o dei propri colleghi.

Anche FormatoSicuro vuole mettersi in gioco ed impegnarsi per la diffusione di una cultura di responsabilità e formazione nella sicurezza nei luoghi di lavoro. A dispetto di quanto si può pensare, pagare poco per una formazione di qualità per il proprio personale è possibile.

Se vuoi maggiori informazioni, contattaci.

COME POSSIAMO AIUTARE LA TUA ATTIVITA'?





Accetta le condizioni della Privacy*
clicca qui per leggere le condizioni
Inserisci i caratteri che leggi nel riquadro

   qui

Copyright © 2017, FORMATO SICURO  -  Tutti i diritti Riservati  -  P.iva 11398230018
Via Juvarra, 16 - 10137 - Torino  -  Telefono: 011.79.32.248 Informativa Privacy - Termini & Condizioni