LA NUOVA ERA
DEL DVR:
basta autocertificazione
Formato Sicuro / Blog




Come cambia la stesura del DVR, abbandono dell'autocertificazione e l'introduzione di nuove procedure

Addio all'autocertificazione

 

L'autocertificazione riguardante la sicurezza sul lavoro fino al 2013 poteva essere effettuata dai datori di lavoro che contavano su un numero tra dipendenti, soci e titolari non superiore alle 10 persone.  Con la circolare del 2013 che ha eliminato la possibilità di autocertificarsi a partire dal 1 giugno 2013,  dando il via alla nuova era delle procedure standardizzate.

 

Procedura standardizzata: cosa cambia?

 

L'abolizione dell'autocertificazione permetterebbe al datore di lavoro di procedere autonomamente alla compilazione di un DVR standard senza l'obbligo di doversi rivolgere ad agenzie di consulenza specializzate. Il legislatore dice anche che la dichiarazione dei redditi e il calcolo delle imposte da versare all'erario possono essere stilate in maniera autonoma, una possibilità abbastanza utopistica tant'è vero che quasi sempre ci si rivolge ad un commercialista per non rischiare di sbagliare. E allora perché rischiare di sbagliarsi riguardo la sicurezza della propria impresa? 

 

 

Pro e contro.

 

La possibilità di provvedere autonomamente alla stesura di un documento che attesti la messa in sicurezza della propria attività può essere vista favorevolmente per un risparmio in termini di tempo e di denaro.

Ma ne vale la pena?

Occorre tenere presente che per la relazione di un DVR standard è necessaria un'adeguata preparazione ed esperienza in materie tecniche. La stesura del documento in maniera troppo semplificata o incompleta, specie in caso di incidenti imprevisti, o il mancato aggiornamento dello stesso, possono portare a sanzioni anche severe, le stesse sanzioni che sarebbero applicate in caso di assenza del  documento.

 

Moduli precompilati: effetto placebo

 

Uno strumento per provvedere in autonomia alla stesura del DVR standard è rappresentato dai moduli precompilati, che offrono uno scheletro da completare. Questi modelli non danno però indicazioni tecniche su come compilarli nel modo migliore, esponendo quindi il datore di turno non esperto in materia a possibili pesanti sanzioni  in caso di errori durante la compilazione.

Le agenzie di consulenza specializzate possono rappresentare un'alternativa, un aiuto per chi non si vergogna ad ammettere di non essere esperto su un tema complesso ed intricato come quello delle norme di sicurezza sul lavoro e ha a cuore la sicurezza della propria attività e dei propri dipendenti, oltre che "l'incolumità" del suo portafogli.

 

 

E tu? Quali conoscenze hai in materia? Sapresti completare un modulo precompilato senza rischiare di commettere errori?

 
A.Cuzzi 
COME POSSIAMO AIUTARE LA TUA ATTIVITA'?





Accetta le condizioni della Privacy*
clicca qui per leggere le condizioni
Inserisci i caratteri che leggi nel riquadro

   qui

Copyright © 2017, FORMATO SICURO  -  Tutti i diritti Riservati  -  P.iva 11398230018
Via Juvarra, 16 - 10137 - Torino  -  Telefono: 011.79.32.248 Informativa Privacy - Termini & Condizioni